giovedì, settembre 15, 2005

Matrix Formatted (ovvero: chiunque al posto di Mentana sarebbe già stato mandato a casa)

A me ha fatto dormire, ma il punto non è questo. Il punto è il mercato, unico parametro valido per una rete commerciale. Cioè lo share, cioè quanta gente Enrico Mentana riesce a interessare al suo programma. Il punto è il trend, cioè la serie storica dello share delle quattro puntate andate in onda sinora. Il punto è che Matrix, che può contare su una redazione e una produzione ricchissime, è partita maluccio e da allora è andata peggiorando. Il punto è che se fosse stato condotto da chiunque altro - chessò, Paolo Liguori - il programma a) non sarebbe stato "spinto" in questo modo sfacciato dalla rete e dall'azienda e b) a parità di risultati il suo conduttore sarebbe già stato mandato a casa.
Prima puntata, 5 settembre. Matrix fa il 23,29%. Per la rete ammiraglia di Mediaset non è un successo. Specie con tutta la promozione di cui ha goduto il programma (copertine dei settimanali, promo, interviste etc). "Migliorerà", dicono a Mediaset.
Seconda puntata, 7 settembre. Non migliora. Anzi, va peggio. Fa il 19.97% di share.
Terza puntata, 9 settembre. Salta. La mortivazione ufficiale sono divergenze con la rete sull'orario di messa in onda.
Quarta puntata, 12 settembre. E' il giorno del primo confronto con Vespa. Chicco ne esce a pezzi: Matrix fa il 17,10% di share, Porta a Porta fa il 23.53%.
Quinta puntata, 14 settembre. Dovrebbe essere l'occasione del grande recupero. Matrix può contare sul "traino" della partita di Champions League che vede protagonista la Juventus, il che vuol dire che inizia ad andare in onda potendo già contare su un 25% di share (ci sono conduttori che pagherebbero per avere una simile fortuna). Sandro Piccinini, telecronista della partita, ogni cinque minuti raccomanda ai telespettatori, al termine della partita, di non cambiare canale e vedersi Matrix. Obbedisce a un ordine di scuderia: vuol dire che Mediaset sta spingendo Mentana in tutti i modi. Ma Chicco scende sempre più giù: stavolta fa il 15.06%, mentre Porta a Porta, su Raiuno, fa il 19.59%. Eppure il programma che precedeva Matrix, cioè Bruges-Juventus, ha realizzato il 28,27% di share, mentre il film prima di Porta a Porta ha racimolato appena il 15,22%. Tradotto: Mentana ha perso ascoltatori rispetto a quelli ricevuti "in dote" dalla rete, Vespa ne ha guadagnati.
Tirando le somme. Il Tg5 senza Mentana regge bene la sfida, Mentana senza il Tg5 cola a picco. Ma allora, era Mentana a fare grande il Tg5 o erano il Tg5 e Mediaset a fare grande Mentana?

Etichette: