mercoledì, dicembre 21, 2005

La Casa dei morti viventi 7 - Starring V. Feltri (sull'Unità)

Poi qualcuno ha l'ignoranza e la faccia tosta di dire che Libero non è libero anche nei confronti di Silvio Berlusconi. L'Unità, per pubblicare una critica ragionata e non livorosa al presidente del Consiglio, è stata costretta a intervistare Vittorio Feltri. Tanto per capirsi: «Il vero problema è che lui (cioè Berlusconi, ndAcm) è debole nella comunicazione. Non ha comunicato le cose buone che ha fatto. Nessuno sa niente, non perché siamo imbecilli noi, ma perché mescolano tutto in un frullato di cui nessuno capisce niente. È spocchioso, ce l’ha sempre coi giornalisti, insomma lo vedo in difficoltà. Sarà fuori forma. Va dicendo che ha cambiato il sistema, la costituzione. Ma che riforma è? Intanto prima c’è il referendum, poi i cambiamenti se verranno confermati partiranno fra anni».
Ovviamente, ce ne sono anche per Romano Prodi. «Secondo me (Berlusconi) è capacissimo di ribaltare la situazione. Io lo dico sempre, attenti al colpi di reni di Berlusconi. La sinistra non deve essere sicura di avere la vittoria in tasca. Poi corre contro Prodi, non gioca contro il Real Madrid. Sai, se giochi contro Ronaldo puoi pensare che le becchi sicuro. Ma gioca contro il Pescara».
Tutta roba che il qui presente sottoscrive al volo.
Il resto dell'intervista lo trovate qui, sul sito dell'Unità.

Etichette: