martedì, marzo 14, 2006

Cancellata la Cdl: il timone del Corriere è già tutto a sinistra

Lo straniero che oggi avesse preso in mano il Corriere della Sera avrebbe avuto problemi a credere nell'esistenza, in questo Paese, di uno schieramento di centrodestra. Il quotidiano di via Solferino ha ridotto il confronto tra maggioranza e opposizione a una schermaglia interna al centrosinistra. Vediamo il "timone" di oggi.
Pagina 2: Chi è Berlusconi, come si prepara al duello. E' la prima nonché ultima testata dedicata alla maggioranza.
Pagina 3 (quella "nobile"): Chi è Prodi, come si prepara al duello.
Pagina 4: Pubblicità.
Pagina 5: Scontro tra Claudio Petruccioli e Lucia Annunziata. Tutto interno alla sinistra. Assenti i leader e i partiti del centrodestra da ogni titolazione. Spunta, piccolo, Giancarlo Galan in una fotografia, assieme a Di Pietro e alla Bonino.
Pagina 6: Ancora caso Annunziata. Spazio a Casini che attacca Berlusconi e a Rutelli che difende la Annunziata. Accanto, la Nota di Massimo Franco (bravo e di sinistra) dalla quale si apprende che "Berlusconi punta a oscurare gli alleati". Sotto, due pareri "diversi" a confronto: per giudicare la Annunziata, giornalista di sinistra, scende in campo Furio Colombo, ex direttore di un organo di partito della sinistra, contro Sandro Curzi, ex direttore di un organo di partito della sinistra. Se la cantano e se la suonano.
Pagina 7: Pubblicità.
Pagine 8 e 9: Islamici assolti e visita del rabbino Di Segni in moschea. Politicamente neutre.
Pagina 10. Si ricomincia. Titolo: "Fiaccolata contro la violenza, Unione senza il Pdci". Altro dibattito tutto interno alla sinistra. Di spalla, Caruso, candidato di Rifondazione, che scrive a Liberazione, quotidiano di Rifondazione. Assenti i leader e gli altri esponenti del centrodestra da ogni titolazione.
Pagina 11. "Un viado per rovinare la reputazione a Marrazzo". Il presunto complotto ai danni del presidente della regione Lazio. Inutile cercare nella titolazione nomi o dichiarazioni sulla vicenda di esponenti di An e del centrodestra: non ve ne sono.
Pagina 12. Pagina in quota Margherita. Titolo della pagina: "Rutelli: non direi più 'Craxi in carcere'". Assenti i leader e i partiti del centrodestra da ogni titolazione.
Pagina 13. Pagina in quota Ds. Titolo: "L'esilio anti-Silvio divide la sinistra". Fassino e D'Alema discutono con Asor Rosa. Nella titolazione, da avversari della Cdl, appaiono anche Bellocchio, Eco e Vattimo. Ennesimo dibattito interno ai cavolacci loro. Unica esponente del centrodestra presente: Giulia Bongiorno, candidata di An, nel taglio basso della pagina (per "par condicio", spazio identico è stato assegnato al margheritino Fanfani. Fosse mai).
Pagina 14: Iniziano le pagine della politica estera.
Conteggio degli esponenti del centrosinistra, o comunque vicini ad esso, che appaiono nelle fotografie e nelle titolazioni: Prodi, Petruccioli, Di Pietro, Cacciari, Bonino, Colombo, Curzi, Fassino, Rizzo, Caruso, Marrazzo, Rutelli, Bobo Craxi, D'Alema, Asor Rosa, Eco, Bellocchio, Vattimo, Tabucchi (inserito perché in polemica con la Cdl), Pannella, Battiato (inserito perché in polemica con la Cdl), Vincenzo Consolo (inserito perché in polemica con la Cdl), Fanfani. Totale: 23 (esclusa Lucia Annunziata).
Conteggio degli esponenti del centrodestra, o comunque vicini ad esso, che appaiono nelle fotografie e nelle titolazioni: Berlusconi, Galan, Casini, Stefania Craxi, Sgarbi (che appare in quanto esponente della maggioranza del 1994), Forattini e Bongiorno. Totale: 7.

Etichette: ,