martedì, maggio 15, 2007

Esseri inferiori

Solita analisi lucida, serena e affatto razzista che spunta puntuale ogni volta in cui la sinistra è presa a ceffoni dagli elettori. Di solito la colpa è dell'elettorato incolto e rurale, che invece di leggere Eugenio Scalfari e guardare Rai Tre si ostina ad andare a messa. Stavolta però siamo in Sicilia, e così, oltre a essere incolti e rurali, sono anche omertosi e corrotti. Lo spiega Alberto Statera nell'editoriale su Repubblica:
Dicono le ricerche politiche più recenti, come quella appena curata per "Il Mulino" dal sociologo Marco Maraffi, che l'idealtipo del Civis Nobilis, il cittadino-modello descritto nei libri di educazione civica, che ha veramente a cuore la cosa pubblica, è incarnato in Italia da non più di due cittadini su dieci. Dobbiamo allora ritenere, senza offesa, che in Sicilia, patria del voto di scambio fin da quando in Italia vigeva ancora soprattutto il voto di appartenenza rosso o bianco, la percentuale del Civis Nobilis scemi a favore del Civis Marginalis, quello che poco sa e meno vuole sapere, oltre al suo immediato tornaconto.
Capito? Stavolta che hanno votato a destra gli elettori siciliani sono diventati Marginalis, cioè individui gretti, meschini ed egoisti, che badano solo al loro porco interesse. «Senza offesa», ci mancherebbe. Ovviamente, quando Leoluca Orlando Cascio vinceva le elezioni con percentuali bulgare i picciotti erano tutti Cives Nobiles e Palermo viveva la sua fantastica "primavera". Poi si chiedono come mai la gente non li capisce. Bene così.

Addendum. Sul razzismo della sinistra, su questo stesso blog:
I "diversi" di Scalfari (dal 1942 ad oggi)
Il peggio del peggio
Finalmente un libro sul razzismo (etico) della sinistra

Etichette: