Libertà di bavaglio

Lasciamo perdere la persona in questione. Immaginiamo che non si tratti di Brigitte Bardot, ma di un bischero qualunque. Ecco, il fatto che oggi, nel cuore dell'Europa, in Francia, patria di Voltaire e sedicente culla dei diritti civili, si possa essere processati e condannati per aver criticato il rituale islamico della macellazione animale e aver detto che i musulmani stanno «distruggendo noi e il nostro Paese, imponendoci i loro costumi», è semplicemente indecente. E conferma tutte le più fosche previsioni sul futuro del vecchio continente.

Post popolari in questo blog

L'articolo del compagno Giorgio Napolitano contro Aleksandr Solzhenitsyn

Berlino Est 1961-1989: si scappava così

La triste parabola di Marco Follini