lunedì, aprile 21, 2008

Liberali per Mosley

Mario Vargas Llosa fa l'unica cosa che può fare un liberale davanti a un caso come questo. Difende Max Mosley e il suo diritto di divertirsi come gli pare, assieme ad altri adulti consenzienti, senza essere linciato.
«Dirò, brevemente, che, a mio modesto parere, Mosley ha tutte le ragioni del mondo e che se a lui piace che lo sculaccino - come facevano le madri con i bambini che si comportavano male quando io ero piccolo - o ama sculacciare sederi altrui, è un fatto che riguarda solo lui e i suoi compagni di frustate. Nessun altro. A patto, ovviamente, che questi giochi di mano avvengano tra persone adulte che vi si prestino di loro volontà e in perfetta lucidità, come sembra sia accaduto nella circostanza».
Il suo articolo, apparso su El Pais, è pubblicato oggi dalla Stampa. Io ne avevo scritto qui.

Etichette: