venerdì, febbraio 10, 2006

Assenti ingiustificabili

7 febbraio. Atterra a Roma, all'aeroporto di Ciampino, la salma di don Andrea Santoro. Carlo Azeglio Ciampi e Silvio Berlusconi assenti.
9 febbraio. Aperta la camera ardente di don Santoro. Sfilano a migliaia, politici (pochi) e gente comune (tantissima). Ciampi e Berlusconi assenti.
10 febbraio. Celebrati nella basilica di San Giovanni in Laterano i funerali di don Santoro. Migliaia i presenti. Ciampi e Berlusconi assenti.
Perché ogni altro impegno del presidente della repubblica e del presidente del consiglio è stato ritenuto più importante dell'omaggio a don Santoro? Cosa ha quella salma di diverso dalle altre dei nostri connazionali uccisi all'estero durante lo loro missione, che sono state - giustamente - degnate di una visita dalle massime autorità dello Stato? E' così imbarazzante quel sacerdote ucciso da mano islamica? E' così politicamente scorretta quella bara?