giovedì, settembre 28, 2006

Victor Davis Hanson: il nuovo antisemitismo occidentale è di sinistra

Siamo abituati ad associare l'odio per gli ebrei con la ridicola destra nehanderthaliana che va a letto con gli stivali. Ma questo nuovo veleno, almeno nella sua forma occidentale, è soprattutto un'impresa della sinistra, e spesso della sinistra accademica. E' anche molto più insidioso, data la pretesa superiorità morale della sinistra e la sua influenza nei media prestigiosi e nelle università. Ne vediamo gli sventurati risultati nelle frequenti manifestazioni anti-Israele che si tengono nelle università, dove Israele è associata al nazismo, mentre i media hanno pubblicato immagini taroccate e raccontato in modo schierato gli eventi nel sud del Libano.

Victor Davis Hanson, storico, membro della Hoover Institution e insegnante all'università di Stanford, racconta così "Il nuovo antisemitismo". Una descrizione che si può applicare alla realtà italiana senza cambiarne una virgola.

Stesso argomento su questo stesso blog: "I primi frutti dell'antisemitismo europeo".

Etichette: ,