martedì, aprile 28, 2009

L'Occidentale contro FareFuturo

Che bello, anche a destra volano gli schiaffi. Era l'ora. Giancarlo Loquenzi, direttore dell'Occidentale, risponde col curaro all'articolo al vetriolo apparso sul web magazine della fondazione finiana FareFuturo e firmato da Sofia Ventura. Scrive Loquenzi:
Amici e colleghi hanno alzato il sopracciglio quando hanno saputo che avevo accolto la “rossa del GF”, la “preferita di Berlusconi”, la “maggiorata” in redazione. Ma mi sono guardato bene dal considerare tutto questo come un indelebile marchio di infamia. Non volevo che contro di lei funzionasse una sorta di razzismo al contrario, per cui se sei bella, hai fatto tivvù e sei pure amica di Berlusconi, devi essere condannata al bando dalla vita civile e restare nel limbo dell’eterno “velinismo”.

Avesse chiesto uno stage a FareFuturo probabilmente glielo avrebbero negato: nel tempio del politically correct della nuova destra, le avrebbero forse sbattuto la porta in faccia, spiegandole che lo facevano per il bene suo e di quello di tutte le donne. E magari dicendole, come scrive Sofia Ventura sul loro web magazine, che non si sarebbero sentiti “a loro agio” con la sua “ falsa immagine di freschezza e rinnovamento”. Una volta entrate nel ghetto del veline non se ne esce più, insomma. [...]

Non so se lo stage all’Occidentale le abbia insegnato qualcosa in fatto di giornalismo, di certo noi – per citare ancora FareFuturo – non l’abbiamo mai considerata “uno stereotipo femminile mortificante”.
Il testo integrale dell'articolo di Loquenzi si trova qui. Per quanto riguarda il sottoscritto, amico di tutti, ma sulla questione sta con l'Occidentale. Senza se e senza ma.

Etichette: ,